L'Agenda della Salute di Maggio: Pulizia e Nutrimento

Terra Nuova

Pulizia e Nutrimento

 

 

A maggio l'energia primaverile raggiunge il suo apice: è un mese di grandi trasformazioni nel quale il cervello è sottoposto alla massima sollecitazione energetica. Se la terra è impegnata a nutrire al meglio le piante in crescita e i frutti in maturazione, il cervello deve regolare tutte le attività psicofisiche: la presenza di tossine metaboliche residue però, può mettere a dura prova l'intestino e proprio il sistema nervoso, esponendoci al rischio di infiammazioni, stanchezza e insonnia.

 

 

 

 

 

Cibi freschi e vitali

 

Continua l'opera di drenaggio

Sono decisamente da bandire caffè, tè, alimenti preconfezionati, brioche e cappuccini, biscotti, zucchero, insaccati, surgelati e cereali raffinati.
L'organismo ha bisogno di cibi freschi e vitali, come insalate di campo, fiori, frutti di bosco, germogli e cereali integrali in chicco, tra cui farro, orzo, grano e riso.

 

 

 

Il daikon

 

Cibo e Salute 

È opportuno seguire un regime alimentare leggero ma rigenerante, dando preferenza a vegetali che nascono spontanei nei campi come cicoria, tarassaco, crescione e a vegetali detossinanti come rafano, ravanelli, erba cipollina, cime di rapa e porri.

Il daikon, in particolare, è una radice disintossicante, diuretica, agisce contro i batteri gastrointestinali e riattiva il metabolismo. Da consumare cruda a julienne, aggiunta a zuppe oppure saltata in padella a tocchetti con la salsa di soia. Per l'apporto proteico è invece fondamentale rivolgerci alle proprietà dei legumi freschi di stagione, prediligendo le fave, ricche di zolfo, magnesio, zinco e di rame. Sono un ottimo tonico per la tiroide oltre a vantare proprietà diuretiche, lassative e ipocolesterolemiche. La naturale presenza di levodopa contribuisce ad aumentare i livelli di dopamina, con importanti effetti sul sistema nervoso centrale. Altri legumi sono piselli e taccole fresche, ricchi di carotene, vitamina B9, ferro, potassio, fosforo, magnesio, selenio e zinco.

 

 

Germogli di Bambù

 

Germogli e Fiori

Tra i germogli sono consigliati quelli di bambù, ricchissimi di silicio, utili per rimineralizzare le ossa e stimolare la formazione del collagene.

 

 

Bambù Saporito (per 4 persone):

200/250 gr di germogli di bambù
2 cucchiai di salsa di soia
2 cucchiaini di zenzero fresco tritato
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
Tagliate il bambù a rondelle o a fette sottili. Riscaldate il wok, aggiungete l’olio e quando è caldo versate i germogli e poca acqua calda. Fate cuocere a fuoco vivo per 10 minuti e poi aggiungete lo zenzero tritato e la salsa di soia. Fate saltare ancora qualche minuto mescolando bene prima di servire.

Tra i fiori consumate le corolle di portulaca, calendula, rosmarino e lavanda, ricche di antociani dalla potente azione antiossidante.

 

 

Tisana di bacche fresche di sambuco

 

Drenare e Depurare

Per depurare le vie biliari possiamo ricorrere alla tisana di bacche fresche di sambuco.
Per depurare in profondità le vie renali è importante consumare rucola e agretti ricchi di vitamina C e fosforo.

Per drenare e sfiammare usiamo i fiori di borragine in aggiunta a primi piatti, insalate e contorni che grazie alla loro naturale ricchezza di acido gammalinoleico e linoleico regolano il colesterolo.

Per combattere la costipazione possiamo ricorrere a fiori e foglie di malva, da aggiungere a insalate o da gustare lessati per qualche minuto in poca acqua.
Tra i migliori depuratori del momento si consigliano soprattutto la tisana di fumaria per riattivare il fegato, quella di elicriso per pulire in profondità la pelle e l'infuso con le radici di bardana per risvegliare l'intestino e disintossicare i reni.

 

 

Fragole e Ciliegie

 

Il rosso che accende 

Maggio ci fa dono dei frutti più rossi e dolci dell'anno: fragole e ciliegie. Dalla spiccata azione sfiammante e drenante, ricche di vitamina A, C, potassio e ferro, sono ottime rimineralizzanti da consumarsi lontano dai pasti. Consigliate anche per obesi e diabetici grazie alla presenza di levulosio, uno zucchero facilmente tollerabile.

Per un risveglio vitale a colazione bere il centrifugato di fragole, yogurt e miele o il centrifugato fresco di fragole e ciliegie che, assunti a digiuno, sfiammano le articolazioni e prevengono molte malattie cardiovascolari.
Delle ciliegie non si butta via niente: il decotto di peduncoli è altamente diuretico e detossinante e può essere utilizzato anche come tonico naturale per tamponare la pelle del viso. I noccioli, ripuliti e conservati, possono essere utilizzati per riempire cuscini da utilizzare riscaldati per contrastare contratture e infiammazioni articolari.
Ottima anche la maschera con ciliegie e amarene nutritiva della pelle, tonificante e sfiammante: prendere 10 frutti ben maturi schiacciati e stendere la purea sulla pelle. Lasciar agire per 20 minuti prima di risciacquare.

 

 

Erba di Grano

 

Succo di Erbe di Grano

Gli organi più bersagliati dagli intensi mutamenti di questo mese sono la tiroide e come già detto il cervello:  per ridarci davvero la carica in modo salutare e rigenerare tutti i nostri tessuti ci viene in aiuto il succo di erbe di grano, un centrifugato senza glutine davvero vitale, ricchissimo di clorofilla, vitamine, sali minerali e oligoelementi: 3 cl di succo equivalgono al consumo di 1 kg di verdure fresche.

 

 

Menta e proprietà

 

Menta e Rosa

Usata a crudo, la menta stimola l'attenzione, previene cefalee, elimina torpori e pigrizia. L'infuso di menta bevuto mattina e sera combatte nervosismo, insonnia, palpitazioni, emicranie, crampi e tosse spasmodica. Dopo i pasti aiuta a digerire contrastando le fermentazioni e combattendo alito cattivo e aerofagia.

La rosa, in particolare la varietà gallica, rossa e profumata, è ricca di vitamina C, vitamine del gruppo B, vitamina K e calcio, potassio, rame e iodio. È consigliabile raccogliere i petali al mattino presto e non lavarli per non disperderne i principi curativi, vanno solo asciugati con delicatezza. Si possono utilizzare freschi o essiccati per la preparazione di decotti molto ricostituenti. L'acqua di rosa è utile per curare tutte le affezioni cutanee e i pruriti di origine allergica.

 

 

Olio di Lavanda

 

Lavanda e Gelsomino

In caso di ansia, palpitazioni e tachicardia è invece utile l'olio di lavanda. Versare una decina di gocce nella vasca da bagno e stare immersi per circa 15 minuti è un ottimo modo per rigenerare la pelle e prepararla all'estate, ma anche un espediente naturale per ritrovare il giusto equilibrio prima di "rifiorire".

Il gelsomino è un fiore che riequilibra la parte femminile, ma è anche un ottimo armonizzatore di psiche ed emozioni. L'olio essenziale stimola la volontà e facilita gli atteggiamenti ottimistici; aggiunto ad una crema base ha un effetto tensore antirughe.

 

 

Karkadè

Il Karkadè

Bevanda ottenuta dai fiori di Hibiscus sabdariffa, una pianta tropicale dalle spiccate proprietà dissetanti e rinfrescanti, che favorisce la diuresi, regolarizza la pressione e facilita la digestione, consentendo di eliminare gli eccessi di scorie metaboliche che causano pesantezza e gonfiori localizzati. L'alta presenza di antociani aiuta a proteggere i capillari.

 

 

 

Cristallo di Giada

 

 

 

La Pietra del Mese: Giada

Questa varietà di silicati vanta proprietà altamente energetiche e depurative: calma la mente, disintossica e purifica il corpo, riequilibra l'attività tiroidea, tonifica i reni, fegato e milza, favorendo il rinnovo del sangue, agevola il ripristino dell'equilibrio gastrointestinale. Dal punto di vista mentale, indossare o portare con sé il cristallo di giada combatte nevralgie e insonnia, riequilibra le emozioni e spinge la mente al rinnovamento.

 

 

 

 

 

 

(Le informazioni fornite in questa pagina non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l'assunzione o sospensione di un farmaco. Per dubbi, domande e casi specifici consultare sempre il proprio medico curante).

 

 

Condividi sul tuo social!
Pulizia e Nutrimento
 
A maggio l'energia primaverile raggiunge il suo apice: è un mese di grandi trasformazioni nel quale il cervello è sottoposto alla massima sollecitazione energetica. Se la terra è impegnata a nutrire al meglio le piante in crescita e i frutti in maturazione, il cervello deve regolare tutte le attività psicofisiche: la presenza di tossine metaboliche residue però, può mettere a dura prova l'intestino e proprio il sistema nervoso, esponendoci al rischio di infiammazioni, stanchezza e insonnia.
 

Terra Nuova

" data-share-imageurl="">