L'uomo è per natura vegetariano

 

Consiglio di visione:

Marino Niola 
approfonditaMente (Festival della Mente di Sarzana) 
 
Fra bio e dio
Il cibo tra conoscenza, resistenza e penitenza

passeggiata filosofica sulla cultura del cibo

niola

clicca sulla foto qui sopra e poi su VIDEO nella pagina che si aprirà

Senza grassi, senza zucchero, senza calorie, senza uova, senza latte, senza ogm. Oggi al cibo chiediamo soprattutto di essere senza qualcosa. E al di là delle buone intenzioni, siamo ossessionati da un’ideale di purezza e di leggerezza. Questa attenzione a quel che mangiamo fa del nostro modo di nutrirci la spia di un’insicurezza generalizzata, che proiettiamo sul cibo: facendo del controllo sugli alimenti il succedaneo rassicurante del controllo su una realtà che ci sfugge. Il risultato è un misto di etica e dietetica, salute e salvezza, normalizzazione del corpo e governo dell’anima. Un percorso sulle forme e funzioni del cibo nella società dell'insicurezza: dalla cibomania all'ortoressia, dal culto della magrezza alla crescita esponenziale dell'obesità, il cibo come un operatore simbolico che elabora i dati contraddittori del presente e costruisce ganci cognitivi e rituali cui appendere le nostre paure.

 

Condividi sul tuo social!
Consiglio di visione:

Marino Niola 
approfonditaMente (Festival della Mente di Sarzana) 
 
Fra bio e dio
Il cibo tra conoscenza, resistenza e penitenza

passeggiata filosofica sulla cultura del cibo