L'Agenda della Salute di Aprile: Rifiorire

 

 

fiorireIl quarto mese del calendario gregoriano, dai Romani dedicato alla dea Venere, simbolo di amore, bellezza e rinascita, è Aprile.

4 è un numero che in molte culture rimanda simbolicamente alla Terra: lo spazio cosmico è diviso in 4 punti cardinali; 4 sono gli elementi in natura; 4 le stagioni, 4 le fasi lunari e 4 le età che caratterizzano la vita.

Il numero 4 simboleggia la totalità terrestre, che in questo mese si riapre alla vita e alla rinascita. Le giornate più luminose e il clima più mite favoriscono lo scorrere della linfa vitale, stimolando i meccanismi di crescita in tutto il mondo vegetale.

Intorno a noi c'è una grande ondata di energia che può mettere in subbuglio i nostri delicati bioritmi, predisponendoci a sbalzi umorali, insonnia, nervosismo e alterazioni ormonali. La parola d'ordine è pulizia: solo con organi emuntori alleggeriti è possibile rifiorire nella mente e nel corpo, in sintonia con la natura.

 

betullaNuova Linfa con la Betulla

Per facilitare lo scorrimento dei liquidi linfatici nell’organismo e rinnovare tutte le acque interne è fondamentale accrescere l’introito di liquidi, soprattutto sotto forma di acqua, meglio se arricchita con linfa di betulla, il primo albero a mettere le foglie quando ancora la terra è ricoperta di gelo e neve. Mezzo bicchiere di linfa di betulla in mezzo litro d’acqua, da bere a piccoli sorsi durante la giornata, per rinnovare tutti i tessuti, contrastare l’eccesso di acidi urici e combattere il colesterolo.  

 

sedanoSedano detox

Bere il centrifugato di sedano o la sua acqua di cottura aiuta a proteggere e depurare i reni, grazie alla sua ricchezza di magnesio e zolfo, e a favorire la digestione combattendo le infiammazioni gastriche.

 

Depurarsi con i Germogli...piante

Racchiudono in sé tutta la forza germinativa della pianta, la loro assunzione aiuta a rivitalizzare il sangue e a rinnovare tutte le cellule e i tessuti. Nella germinazione i semi vedono crescere la quantità di vitamine A, C ed E, oltre a sali minerali come calcio, magnesio, fosforo, ferro e potassio. Da consumare crudi in insalata: alfa alfa, ricchi di aminoacidi essenziali; lenticchie; cavolo rosso; lino; crescione e trifoglio ricchi di omega 3; di avena, ricchi di proteine, fosforo, e magnesio; di miglio, ricchi di fluoro e lecitina. Germogli fai da te: ecco come farli in casa.

 

 

... e le Piante Selvaticpiantehe

Ottimo anche il consumo di tutte le piante selvatiche che crescono spontanee nei campi proprio in questo periodo, a cominciare dal Tarassaco (qui la ricetta del Pesto di Tarassaco) e soprattutto della Regina del Mese: l’Ortica. Il succo fresco, assunto al mattino, o il decotto di foglie, bevuto tre volte al giorno, abbassano il tasso di zucchero nel sangue.

Inoltre, la sua straordinaria ricchezza in clorofilla la rende molto indicata per i soggetti anemici, convalescenti e debilitati. L’ortica può essere usata con successo in cucina nella preparazione di minestre e ripieni (vedi ricetta Risotto di Ortica e fiori di Borragine), oppure può essere cotta come gli spinaci.

 

Stanchezza, apatia e irritabilità?stress

È importante fare attenzione al proprio stile di vita e preferire un’alimentazione leggera. Tra i legumi consigliati i lupini, ottima alternativa alla carne, nutrienti, leggeri, ricchi di fibre, acidi organici e aminoacidi importanti come l’arginina, oltre a calcio, fosforo, potassio, zinco, manganese, rame, selenio, ferro e magnesio.

Fra i cereali preferiamo il miglio che grazie al suo elevato contenuto di silicio rigenera midollo, cartilagini e cheratina, oltre a essere una miniera di vitamine, sali minerali, oligoelementi e cisteina, importanti per la cura di capelli, unghie, ossa e smalto dentale.

 

scorrtaFare scorta di Clorofilla

Consumiamo ortaggi verdi come puntarelle, cicoria selvatica, catalogna, scarola, cicoria riccia, indivia e radicchio, molto ricchi di vitamina C, acido folico, fibre e sali minerali, soprattutto ferro, magnesio e calcio. Indicato anche il consumo di asparagi, tonici dell’apparato renale e della vescica, e barbabietola, dall’effetto rinfrescante, antinfiammatorio e rimineralizzante. 

 

 

Fiori nel Piattofiori

La maggior parte dei fiori che nascono spontanei nei prati in primavera sono commestibili: primule, viole, fiori di calendula, rose, fiori di acacia, finocchio selvatico, margheritine, borsa pastore e malva. In genere tutti i fiori hanno proprietà detossinanti; numerosi studi hanno inoltre evidenziato come le loro vibrazioni cromatiche siano in grado di aumentare le capacità di concentrazione e attenzione del cervello, apportando nuova energia, ottimismo e carica vitale.

 

Rischio Allergia: partiamo dal Ciboallergie

Eliminare gli alimenti che liberano tiramina e fenilentiamina, sostanze che causano la produzione di istamina: formaggi stagionati e fermentati, vino rosso, cioccolato, pesce in scatola, salumi, birra, fegato e frattaglie, noci e nocciole.

È importante per tutti gli allergici fare incetta di vitamina C, contenuta in broccoli, cavolini di Bruxelles, cavolo cappuccio, rapa, lattuga, limone, ribes, rucola, crescione, spinaci.

Allergia alle graminacee: attenzione a ciliegie, albicocche, anguria, kiwi, mele, pesche, pomodori, prugne e soprattutto frumento, da sostituire con miglio e riso nero selvatico.
Allergia alle betulacee: no carote, finocchio, kiwi, mele, pere, pesche, nocciole e sedano.

 

Tisana di Fiori di Sambucosambuco

Con i fiori freschi di sambuco prepariamo una tisana dalle proprietà detossinanti e sfiammanti: basta metterne una manciata in acqua bollente e tenerli in infusione per circa venti minuti. Tre tazzine al giorno, specie in caso di cistite e di altre infiammazioni delle vie urinarie.

 

gramigna

 

Decotto di Gramigna

Le radici di gramigna, assunte sotto forma di decotto, sono utili per disinfettare e decongestionare le vie urinarie.

Si mettono a macerare 3 C. di radici in acqua fresca per circa due ore, si scolano e si lasciano bollire a fuoco basso per mezz’ora in mezzo litro di acqua. Il decotto così ottenuto va filtrato e bevuto più volte al giorno.

 

 

Digerire benegatto

Spesso in questo periodo la digestione può essere messa a dura prova. In tal caso possiamo aiutarci con una tisana e un amaro di semplice preparazione.

Tisana digestiva: bollire 5 minuti in 1 litro di acqua 30 g di foglie di carciofo, 30 g di radice di rafano e 40 g di foglie di melissa. Una tazza dopo i pasti.
Amaro digestivo: 15 g di radice di tarassaco, 7 g di radice di liquirizia, 7 g di radice di genziana, 7 g di radice di zenzero. Tritare bene le erbe, porle in un vaso di vetro e ricoprirle di vodka. Mettere la bottiglia in un lluogo chiuso e lontano dalla luce per due settimane (scuotere ogni tanto). Filtrare il liquore e porlo in una bottiglia di vetro scura. Un cucchiaino da caffè dopo pasti pesanti.

 

 

Cambiare pellepelle

Scrub naturale: 2 C. di argilla bianca e 1 C. di sale marino integrale, 1 C. di olio di jojoba, 1 C. di yogurt bianco e 3 gocce di olio essenziale di cipresso. Si distribuisce il miscuglio su tutto il corpo dopo la doccia e infine si sciacqua: stimola il microcircolo ricompattando e ristrutturando tutti i tessuti sfibrati.

 

terra nuova

 

 

Condividi sul tuo social!
Il quarto mese del calendario gregoriano, dai Romani dedicato alla dea Venere, simbolo di amore, bellezza e rinascita, è Aprile.

4 è un numero che in molte culture rimanda simbolicamente alla Terra: lo spazio cosmico è diviso in 4 punti cardinali; 4 sono gli elementi in natura; 4 le stagioni, 4 le fasi lunari e 4 le età che caratterizzano la vita.

Il numero 4 simboleggia la totalità terrestre, che in questo mese si riapre alla vita e alla rinascita. Le giornate più luminose e il clima più mite favoriscono lo scorrere della linfa vitale, stimolando i meccanismi di crescita in tutto il mondo vegetale.

Intorno a noi c'è una grande ondata di energia che può mettere in subbuglio i nostri delicati bioritmi, predisponendoci a sbalzi umorali, insonnia, nervosismo e alterazioni ormonali. La parola d'ordine è pulizia: solo con organi emuntori alleggeriti è possibile rifiorire nella mente e nel corpo, in sintonia con la natura.

terra nuova

 

" data-share-imageurl="">