La spesa di Gennaio

gennaioGennaio è il mese del freddo e dell’influenza, meglio dunque tenerli a bada partendo da una spesa a base di frutta e verdura di stagione piuttosto che acquistare prodotti fuori stagione. I medici consigliano infatti di mangiare prodotti di stagione sia perché fanno bene alla salute sia perché meno cari rispetto a quelli fuori periodo.tuttogreen

Perchè comprare quindi una vaschetta di fragoline di bosco, provenienti da chissà quale serra, a prezzi altissimi quando quando abbiamo a disposizione le dolcissime clementine della Calabria o le arance di Sicilia? Per non parlare dei kiwi e, per gli amanti del sapore più aspro, dei mandarini.

Gli agrumi sono pieni di vitamina C e bioflavonoidi. Non solo rafforzano il sistema immunitario ma fanno parte della nostra famosa dieta mediterranea, tanto decantata dal dottor Ancel Keys, noto nutrizionista del secolo scorso.  Parlando di agrumi mi soffermerei anche sulla buccia, gustosa da mangiare o per condire i nostri dolci la buccia può benissimo essere utilizzata per profumare l’ambiente in modo del tutto naturale. Basta seccarla per qualche minuto nel forno.

Ma allora cosa mangiano i vegan?

 

dispensa vegan"Ommioddio, non mangi carne, non mangi pesce, non mangi formaggi, non mangi uova... ma cosa mangi?!? Erba?!?!?"

 

è la frase tipica del carnivoro sgomento che non si capacita di non avere la sua fettina ai ferri o il panino al prosciutto o lo spezzatino tutti i giorni. Ammettetelo, che vi vien da dirlo ;-)

La vegan-reazione è quella o di scoppiare a ridere in faccia al malcapitato (che magari mangia tutti i giorni le solite 2-3 cose e crede di mangiare in modo "variato") o di sbattere la testa contro il muro dopo aver sentito questa frase per la millesima volta.

Ma la cosa migliore è mostrare tutte le cose che possiamo mangiare - alcune sono le stesse che mangiano i carnivori, anche se non se ne capacitano (perche' molti credono che la carne o il pesce o il latte o le uova ci siano in tutte le pietanze...), altre sono molto simili con qualche piccola variazione alla ricetta originale (ad esempio le veg facilelasagne sono facilissime da veganizzare e si possono preparare in tante varianti), altre ancora sono del tutto diverse, e sempre buonissime. Perfino quando mangiamo "erba" (leggi: insalata) mangiamo meglio del carnivoro medio (anche i carnivori mangiano insalata, ebbene sì), perchè sappiamo condirla con tante "aggiunte" gustose: il gomasio, le noci tritate, il lievito in scaglie, i semi di girasole...

Proponiamo qui una galleria fotografica di frighi e dispense vegan, che potrete poi mostrare, una volta fatta la scelta vegan, a chi si dice così preoccupato per la mancanza di varietà della nostra alimentazione... quante cose diverse si possano preparare con gli ingredienti ritratti nelle foto crediamo sia chiaro anche al carnivoro meno fantasioso...

continua a leggere

 

Carne rossa può aumentare rischio tumori, nuovo studio conferma

 

carne rossa

Carne rossa possibile causa di un aumento del rischio tumori. A sostenerlo alcuni ricercatori statunitensi della University of California-San Diego School of Medicine, secondo i quali a provocare tale effetto negativo sarebbe uno zucchero contenuto all’interno di tali prodotti di derivazione animale, l’Neu5Gc.

Durante lo studio i ricercatori hanno cercato di analizzare nello specifico quali fossero i potenziali effetti nocivi, in relazione all’aumento del rischio tumori, della carne rossa. Spesso indicata come alimento poco salutare in quest’ottica, spiegano gli esperti statunitensi, prima d’ora non si era riusciti però a individuare l’elemento chiave di quest rapporto.

Secondo i ricercatori le carni di manzo, pecora e maiale rappresenterebbero la fonte principale per l’uomo di uno zucchero, noto come Neu5Gc, in grado di penetrare all’interno dei tessuti. Dal corpo umano tale elemento verrebbe visto però, proseguono gli esperti, come un elemento esterno, il che spingerebbe l’organismo a una costante produzione di anticorpi dedicati.

Stando a quanto ipotizzato dai ricercatori ne deriverebbe un processo infiammatorio costante, fattore di rischio di particolare rilievo per quel che concerne lo sviluppo di alcune forme tumorali.

Pagine